La Danza dei “Brucavallini”

facciamo un po’ di gossip sulla storia d’amore tra due cavallucci marini…

Sorgente: La Danza dei “Brucavallini”

Annunci

La Danza dei “Brucavallini”

Il cavalluccio marino o ippocampo è sempre stato uno dei miei animali preferiti. Non sono un’esperta e quindi non proverò a parlarvi di questo animale dal punto di vista scientifico ma vorrei fare due chiacchiere e un po’ di gossip per quanto ne so della loro vita “sentimentale”.

Lo battezzo “brucavallino” perché in effetti a prima vista è proprio un animaletto simpatico. Fa parte della famiglia dei pesci e la sua forma che ricorda quella di un cavallino e di un bruco unita ad una sorta di coroncina che porta in testa ne fanno una creatura mitologica e davvero misteriosa.

Rappresentato nell’arte e nella mitologia greca intento a trainare il carro di Poseidone tra draghi acquatici e tritoni, l’ippocampo è un’animale curioso, bizzarro, schivo, abbastanza pacifico che ha un solo compagno di vita o comunque credo faccia del suo meglio per avere relazioni stabili 🙂tn

Una delle caratteristiche peculiari e rare in natura è che il cavalluccio marino maschio è il papà più amorevole del mondo; raro caso di gravidanza maschile è infatti il maschio della specie ad accudire le uova e a partorire “con dolore” nel vero senso della parola.

L’amore tra i “brucavallini” è davvero uno spettacolo già a partire dal corteggiamento dove i due amanti in una sorta di danza rituale incrociano le code e si uniscono in un abbraccio; in questo momento molto delicato avviene il passaggio delle uova fecondate; queste danze proseguono anche durante la gestazione per 5 minuti ogni giorno fino alla nascita dei loro piccoli.

La coppia dei “brucavallini” sembra davvero perfetta, uscita da un romanzo d’amore e destinata a durare per la vita. Probabilmente avranno anche loro qualche dissapore, ma non so voi….ma quell’intreccio di code mi ha sempre emozionata e fatta pensare che sarebbe stato davvero per sempre.

logoippo1